JOCKS MAG LUGLIO/AGOSTO
[ 30/08/2005 ]

Il mitico dj Piero Fidelfatti, con i Master di sua proprietÓ, ha ideato un piccolo seminario riservato ai giovani dj: "Con del mio materiale storico, dai primi anni '70, con foto, classifiche giornali e sopratutto dischi promo e bootleg, ripercorro la cultura del mixaggio spiegando l'evoluzione del djing, facendo ascoltare i primi 45 giri, poi gli lp mixati dal'73 della Tamla Motown-Rifi Records con le prime sequenze mixate non stop" un cultore Fidelfatti: "i primi disco mix originali della Salsoul e poi i Bootleg o disco mixer con le prime tecnIche di cut ed extended mix per arrivare a Savarese, Moulton Larry Levan ai primi anni '80 con i veri lp non stop non mixati da dj e non da tecnici o fonici di studio. I primi disco Cross in Italia o gli Studio 54. Per arrivare alla dj mix culture della DMC e dell'AID. " dovreste vedere che faccia stupita hanno i ragazzi quando gli faccio vedere un nastro a 24 piste"
Eppoi dicono che in Italia non si fa cultura....

da JOCKS MAG- BPM THE RUMORS
R.SADA
 
versione stampabile

[ archivio news ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved