Mixaggio d'effetto - Il mix Perfetto?
[ 16/04/2007 ]

....Nei Set dei dj’s Internazionali si evidenzia come il mixaggio, inteso come il cambio tra due dischi non è più tra le maggiori attenzioni, questo anche per l’uniformità delle ritmiche e stesure dei generi musicali che si suonano oggi. Ci si dedica di più ad elaborare le tracce, i dischi in tempo reale....


....Gli EFX, fino a poco tempo fa erano unità esterne, principalmente a Rack e utilizzati  in studio di registrazione o in live concert. I mixer fabbricati  per il clubbing, da sempre hanno indirizzato la tecnologia all’affidabilità dei componenti, evitando di integrare unità di EFX o DSP per evitare rumori di fondo e disturbi creati in consolle da più apparecchiature, Audio/Luci che ad alto volume possono creare dei problemi...


Trend Aprile 2007 - Guida Tutti dj... by Fidelfatti


Il mix perfetto…il risveglio è lento, la notte trascorsa con il sound nel cervello, due dischi girano nella mia memoria, la ricerca inconscia del mix perfetto? Forse, il ricordo è legato a poche ore prima, dove la testa è sempre china sul mixer, le mani impegnate nei piatti. L’attimo in cui alzo lo sguardo per vedere la gente che balla, scopro un fiume che scorre, un’onda” che si rinnova, disco dopo disco, le facce soddisfatte, il sudore, il trucco sfatto, i movimenti… tutto è nelle mie mani…“nessuno deve lasciare la pista”… mosse sinuose catturano la mia attenzione, attorno al suo “ballo” si crea un vortice, tutti cercano di seguire i suoi movimenti, la folta chioma rotea al ritmo delle percussioni, le mani seguono il “beat”… il piede batte al ritmo nel “cambio” dei dischi… La mia concentrazione è nella sua figura, centinaia di persone ballano in pista, in un attimo diventano, parte di uno scenario, surreale, le luci strobo esaltano i movimenti dei corpi che trovano nel sound, il ritmo tribale, seguono un istinto primordiale, un amplesso tra luci e musica dove sono protagonisti…è adesso? La concentrazione è sul disco… sta finendo!!! La “magia” deve continuare, una veloce ricerca trai i dischi.. un flash, in un attimo la mia mente crea una virtuale sequenza.. il disco giusto… è questo!!! il vinile segue i movimenti di rito, rotea tra le mie mani, lo metto sul piatto, la ricerca del solco è automatica, non avevo pensato solo al ritmo, quello muove il corpo, ma la loro mente sta seguendo un “viaggio”. la voce della cantante sa “toccare” le giuste vibrazioni…. effettuo il mix… non sto con la testa china sul mixer, anzi cerco?…non devo cercare niente!!!… sono in pista con loro, l’emozione è unica, entro con il disco in mix, la gente sente “l’onda” che sale, il sound si fonde tra i due dischi, i miei movimenti del corpo accompagnano il ritmo, la tecnica. Il rito ancestrale si amplifica, la mia concentrazione e nei movimenti di una, dieci, cento, mille persone…chiudo il fader del mixer lasciando il disco precedente ad un… ricordo… osservo le mani che seguono il ritmo del nuovo beat, volti illuminati, urla di gradimento… la mia mano destra alzata, approva…la notte è lunga…. l’emozione di una vita… vita da dj. Piero Fidelfatti




FROM DISCO TO DISCO…



The perfect mix ... the awakening is slow, the night spent with the sound on your mind,  two records are turning on my memory, the unconscious research of the perfect mix? Maybe, the memory is connected to a few hours ago,  when the head is always bow down on the mixer,  the hands engaged skills  on the turntable. The moment I lift my look at people dancing, I find a new river that flows, a new wave, vinyl after vinyl, the satisfaction on faces, the sweat, the undone make up, the movements...everything is on my hands... no one has to leave the dance floor”... sinuos moves catch my attention, around its “dance” there is a whirl, everyone trys to follow its movements, the thich hair rotates by tbe rhythm, the hands follow the “beat”...the foot beat the rhythm when “mixing” the disc...My concentration is on her figure, a hundred of people are dancing on the dance floor, in a moment they become part of one surreal scenary, the strobo lights excited the body movements that find in the sound a tribal rite, they follow a primordial instinct. My concentration is on the vinyl track...is ending!!! The “magic” must go on,  a quick research through the disc... a flash and in a moment my mind create a virtual sequence...the right record...here it is!!!  The vinyl follows the movements as a rite, goes around between my hands, I put it on the turntable, the research of the cue is automatically, I didn’t think about only the rhythm , that one moves their bodys, but their mind is travelling, the singer’s voice can “touch” the right vibrations... I’m playing the mix...My head isn’t bent on the mixer, actually I am looking for...? I don’t have to look for anything!!!...I am on the dancefloor with them,  the emotion is one only, I get in with the record into the mix, people feel the “wave” coming up, the sound melts between the two records, my body movements are with the rhythm, with the technique. The ancestral rite expands, my concentration is on the movements of one,  ten, a hundred, thousand people...I close the mixer fader leaving the previous record as a...memory...I observe the hands that follows the rhythm of the new beat, lightning faces, screams of appreciation...my right hand lift up, approves... the night is long...a life time emotion...life as a dj _Piero Fidelfatti


 
versione stampabile

[ archivio news ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved