Ma...per favore, non sparate sul dj...
[ 06/10/2010 ]

Il capolavoro assoluto, però, è la proposta di Antonio Milo, un napoletano eletto a Montecitorio con l'Mpa numero 3165. Dove si spiega che poiché «nel nostro Paese operano da quasi cinquanta anni circa un milione di operatori di intrattenimento pubblico mediante diffusione della musica in occasione di intrattenimenti, di spettacoli e di eventi simili» e che «essere un DJ non significa presentare semplicemente pezzi musicali» giacché «nel caso del conduttore radiofonico, questi deve riuscire a catturare l'attenzione degli ascoltatori intercalando anche argomenti di attualità quando è necessario e quando eventi improvvisi richiedono l'esigenza di informare gli ascoltatori». Occorre dunque, onorevoli colleghi, porre rimedio al vuoto legislativo. Finalmente un Parlamento rock.



Gian Antonio Stella


http://www.corriere.it/politica/10_ottobre_03/albi-per-tutelare-pizzaioli-e-dj-italia-delle-leggi-inutili-gian-antonio-stella_b39bbb9e-cebf-11df-92c2-00144f02aabe.shtml




 
versione stampabile

[ archivio news ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved