Ladyjay
[ 25/10/2011 ]

Una disamina. La consueta ricerca. La costante investigazione: inseguite, ascoltate, spesso comprese, attese e a volte condivise, con le loro paure, i loro sogni, le loro atipiche tecniche. L’unicità delle donne disc jockey ha permesso la nascita di un libro: Ladyjay. L’autore, Riccardo Sada, dice: “Al di là che io sia per la belloterapia e che di dj maschi (almeno) carini in giro ce ne siano ben pochi, sono dell’idea che le quote rosa debbano essere rispettate in ogni campo, in modo particolare in quello dell’intrattenimento. E’ doveroso, oggi, fare una panoramica sul mondo delle donne dj. Sono loro le principesse. E lo saranno sempre di più. Influenzato non e riequilibrato poco nell’infanzia da una madre femminista, mi sono chiesto perché mai ci fossero attenzioni solo per scosciate starlette e non per l’altra metà del cielo che da anni preme, lotta, induce energia e porta vero glamour in un ambiente che fatica a rigenerarsi e mettersi in discussione. Prevedo che la donna dj un domani sarà (finalmente) qualcosa di comune, malgrado oggi sia tanto di tendenza (si frequentino feste private e non), modaiola (si visionino gli spot) e in crescita esponenziale (è un trend in ascesa)”.....


 


http://www.notteinsonne.it/pp.php?user=3353&sezione=blog&mode=2&id=1733 

 
versione stampabile

[ archivio news ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved