MAGIX REMIXING - RECORDING & EDITING
[ 05/07/2004 ]


DAL VINILE ALL’MP3 (6)

Per la registrazione, creazione di loop ed elaborazione del suono, utilizzeremo l’editor audio, MAGIX MUSIC EDITOR integrato nei programmi MAGIX MUSIC MAKER, MUSIC STUDIO AUDIO CLEANIC, MP3 MAKER. Un completo editor musicale, che raggruppa le principali funzioni, presenti sui software professionali MAGIX AUDIO STUDIO e SAMPLITUDE.

Il MAGIX MUSIC EDITOR opera come un normale registratore, ma con molte funzioni in più per l’elaborazione in tempo reale delle registrazioni, l’importazione di file audio direttamente da cd, contempla filtri per il restauro del sample, e la creazione di loop…

TIPS 1
Per comodità si consiglia di creare un collegamento sul desktop del PC per aprire il programma MUSIC EDITOR.

Da menu: programmi > MAGIX MUSIC EDITOR > crea collegamento sul desk top.

Si può configurarlo direttamente dal programma > File > impostazione/informazione > percorso editor waw esterno (d).


MAGIX MUSIC EDITOR

I programmi audio professionali si possono customizzare, come il MAGIX MUSIC EDITOR, rendendo la finestra di lavoro, personalizzabile nei tools e barre di comando, con collegamenti alla libreria dei plug-in o Vst.

Dai comandi > Finestra > visualizzazione, possiamo impostare le barre di comando e la comoda visualizzazione della finestra del peak level (volume), oppure l’oscilloscopio, spettroscopio…

Inizialmente potete selezionare la preferenza, peak meter, utile nel percorso dei capitoli successivi sul recording e editing.
La finestra (peak meter) si può trasportarla e disporla grazie alle maniglie, in altezza, lunghezza e larghezza. (a destra dello schermo o in alto, sotto la barra strumenti.
(fig.1)


REGISTRAZIONE

Cominciamo a registrare la prima traccia da disco in vinile, o cd audio da una consolle esterna: un groove ritmico o un intro strumentale.

1) Aperto il programma seleziona il nuovo progetto dai comandi:
2) File – nuovo progetto virtuale (E)
3) Aprite la finestra di comando di configurazione registrazione (R)
4) Scegliete il formato Waw mp3 o altro, (la frequenza di campionamento standard è 44.1kHz a 16 bit).
5) Controllate il livello e avviate la registrazione

Ora siamo pronti ad Editare la nostra registrazione.

6) Terminata la registrazione “normalizzate” la traccia, dai comandi: effetti/normalizza (n)
7) Eliminare gli spazi d’introduzione della registrazione prima della battuta iniziale.
8) Allarghiamo la finestra del sample con la funzione zoom +/-
9) Con il mouse, selezionate il punto esatto della battuta, trascinate il cursore sino all’inizio della registrazione del sample. La parte da voi selezionata sarà evidenziata con un cambio di colore.
(vedi fig.1)
10) Eliminiamo la parte iniziale e finale del sample che non utilizziamo, con il comando Control/X

Registrare con DOREMIX

TIPS 2
Se possedete il software DOREMIX che non include il MUSIC EDITOR si può usare la funzione registrazione nell’apposita finestra, e poi editare il sample direttamente nell’arranger: sulla finestra modalità di registrazione dovete selezionare l’opzione monitor per visualizzare il livello d’entrata del suono, scegliere il percorso dove memorizzare il file audio e selezionare l’opzione normalizza dopo la registrazione.
File > registra (g). Il file sarà sistemato nella finestra dell’arranger del programma.
Potete modificare il file eliminando le parti che non v’ interessano, posizionndo il cursore nel punto esatto, con il comando (t) tagliate la parte da eliminare. Terminate le elaborazioni, salvate il file audio con il comando:
File >esporta file audio come audio waw.

TIPS 3
Se registrate da una consolle esterna, giradischi/cd player, groove o parti di acappella per inserirli in un vostro progetto, regolatevi la velocità BPM, prima di registrare. Mettete in loop una parte ritmica della base che state preparando e sincronizzate la velocità del disco/cd. Risparmierete cosi tempo nella fase d’inserimento nell’arrangiamento, evitando poi di elaborarlo con il timestretch.
Quest’accorgimento è comodo per stabilire da subito, se le parti di sample, groove o voci si adatterebbero al vostro brano.

ELABORAZIONE DEL SAMPLE (CONTINUA)

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI. E’ VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE SALVO AUTORIZZAZIONE DI “THE ART OF DJING”
versione stampabile

[ archivio editoriali ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved