MAGIX REMIXING - TIMESTRETCH
[ 26/07/2004 ]


TIMESTRETCH (11)

Funzione che permette la variazione in tempo reale della velocità TEMPO/BPM senza modificare la tonalità originale. E’ uno degli aspetti più importanti nell’arte del REMIX, permette di modificare e adattare i campioni alle BPM del progetto. Dalle complicate elaborazioni e calcoli dei Campionatori audio, alla semplicità e qualità sonora che si può ottenere oggi dai software audio. Naturalmente non bisogna esagerare con le modifiche estreme, per evitare di ottenere una qualità scadente, con il risultato di un audio metallico.

Il TIMESTRETCH si adatta benissimo alla modifica di campioni audio ritmici e vocali.

ESERCIZIO 3 - TIMESTRETCHING

Per questo nuovo esercizio, usate il sample “esempio 3” sulla home page del sito nel box MAGIX REMIXING. Eseguite il download e salvatelo sulla cartella esercizi MAGIX REMIXING, oppure createvi all’interno una sottocartella denominata esercizio 3.

1) Caricate il sample ”BASE 2” dalla finestra File Manager del programma, sull’arranger, (trascinandolo con il Mouse o cliccando due volte sul file).

2) Vi compariranno le nuove BPM sulla finestra TEMPO – BPM 124.0

3) Selezionate dal menu effetti TIMESTRETCH/RICAMPIONA si aprirà il modulo AUDIO FX RACK TIME PROCESSOR. (Shift+V) (Fig3)

4) Accendete il modulo, vi appariranno le BPM del sample, a questo punto potete modificare il tempo BPM della base, ruotando la manopola TEMPO. Noterete che alzando la velocità la base si accorcia, diminuendo il TEMPO si allarga. Fate delle prove, (la fig 4 rappresenta un Timestretch a 100 bpm). Selezionata la velocità, applicate il cambiamento alla base con APPLY.

E’ MOLTO IMPORTANTE SALVARE SPESSO IL VOSTRO ARRANGIAMENTO.

TIPS 1
L’operazione del TIMESTRECH non modifica nella finestra TEMPO dell’arranger le nuove BPM? Non preoccupatevi l’operazione della modifica è avvenuta. Per visualizzare le nuove BPM e adattare la base alla griglia dell’arranger, effettuate la rilevazione del TEMPO con la funzione LOOP FINDER, anche se vi appare una finestra che vi avvisa che l’operazione potrebbe modificare la BASE, confermate. Adesso vi appariranno le nuove BPM nella finestra TEMPO e la Base sarà messa in misura nella griglia dell’arranger.

(Continua)

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI. E’ VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE SALVO AUTORIZZAZIONE DI “THE ART OF DJING”



versione stampabile

[ archivio editoriali ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved