L' ABC del DJING
[ 26/05/2008 ]


14/10/2006


L’ABC DEL DJING

di Piero Fidelfatti

 

STRUTTURA DEL DISCO

Conoscere la struttura musicale di una canzone è importante per agevolarvi nelle tecniche di mixaggio. Per ottenere dei mixaggi sincronizzati che “suonino bene”, entrare a tempo sui break o “strappare” subito dopo una parte cantata, necessita di una minima conoscenza di base di teoria musicale. Non c’è nulla di più brutto che ascoltare mixaggi con voci sovrapposte o ritmiche spezzate. La musica da discoteca è principalmente in 4/4. La cassa suona ogni battuta, House, Elektro, Disco...mentre in altri generi come l'hip hop o Drum & Bass, la cassa suona due battute su quattro. Gli arrangiamenti dei brani da discoteca sono supportati dai tipici FILLdi batteria o da FX, che servono a chiudere una frase musicale. Basta ascoltare un qualsiasi disco anche di diverso stile musicale, per renderci conto che oramai certi inserimenti ritmici nella struttura metrica del Disco sono standard. Servono a lanciare la frase successiva o a chiudere un break musicale. Facilitando il lavoro del DJ per l‘inserimento del disco da mixare, o per staccare da un brano all’altro. La vostra fantasia e abilità, con l’esperienza vi aiuterà a creare degli interventi che non diventino troppo simili o ripetitivi. Da quando i dj hanno cominciato a produrre musica e ad occuparsi dei mixaggi in studio, anche le stesure standard dei dischi sono mutate. Il break vero e proprio, almeno com’era concepito negli anni ’70/80. Solo ritmico, è stato soppiantato dalla più naturale interpretazione di rendere una parte del disco meno suonata e arrangiata uscendo dagli schemi abituali (es. quello di inserire il break per il mix a metà canzone) Oggi, soprattutto stili musicali come l’House Music o la Techno danno più respiro alle parti cantate, o musicali, evitando come succede in gran parte nei dischi Dance, di inserire o schematizzare la frase musicale che identifica il Break come il momento scontato per il cambio del disco. I DJ oggi, preferiscono creare delle situazioni musicali continue, riuscendo a mixare i dischi con un sound che si fonde come un disco unico, un continuo mood, Naturalmente l’abilità del DJ si dimostra non solo creando una colonna sonora di dischi musicalmente uguali, ma anche accentuando certe situazioni caricando la pista con i dischi interrompendo sapientemente con stop musicali, con intro strumentali, tappeti di synth e voci. Il break diventa un breakdown

 

BEATMIXING

 Una delle doti più importanti per un dj e considerata l’abilita e capacità di mettere a tempo i dischi. Per altri la selezione musicale. Sicuramente una preparazione e conoscenza di base delle tecniche aiutano lo svolgimento della Gig Non esistono regole per il mixaggio “perfetto”. Ci sono delle tecniche affinate nel corso degli anni diventate le basi del djing. Gli ingredienti giusti per il mix sono: la conoscenza dei dischi che si suonano. L’abilità di manipolare gli strumenti del proprio dj set: ma fondamentale è il feeling che si trasmette quando si suona. Il pubblico, la pista sono il termometro della capacità di coinvolgere i clubbers con il proprio sound. Il mix perfetto è l’attimo in cui il dj “cambia” il disco trasmettendo al pubblico un’interazione attiva. Può essere di “ carica” giocando sui volumi e interagendo con i controlli d’equalizzazione. O progressivo, costruendo un mood continuo entrando in mix con emotività creando un’onda musicale continua e coinvolgente. Poi l’abilità del dj e il genere musicale influiscono sulla durata del mixaggio, dal tipico “a strappo” il cut mix al beatmatch la sincronizzazione tra due dischi che può durare dalle 4/8/16 misure.

 

MIXING STEP BY STEP

IL momento basilare per realizzare un mixaggio tra due tracce musicali, è la preparazione del punto di CUE o semplicemente come si dice in gergo è la ricerca della “battuta”. Qualsiasi supporto musicale usate, dal vinile cd o file audio. la ricerca del punto di “lancio” del disco si riferisce al battere della misura musicale.

Con il vinile la ricerca del punto di CUE avviene manualmente con i movimenti del disco avanti/indietro posizionando la battuta, bloccandolo il disco nel punto di Start, mentre lo SLIP MAT fa da frizione con il piatto. Nei cd player il punto di CUE si può posizionare:all’inizio della battuta, con la funzione AUTO CUE che posiziona in maniera automatica lo start all’inizio della traccia. Oppure usando il SEARCH si muove l’ascolto della traccia ricercando il punto di START, usando poi il PAUSE e il JOG WEEL per posizionare il punto esatto della battuta.

La fase successiva del mixaggio consiste nel sincronizzare la velocità dei due dischi a tempo, Il sistema più semplice e veloce per sincronizzare due tracce musicali e quella di usare lo slider del pitch control, sia esso quello dei piatti PITCH ADJ o TEMPO dei cd player. Il fuori tempo è notevole? Muovete velocemente lo slider del pitch, o a piccoli step se la velocità dei due dischi, BPM è quasi uguale. Questa manualità permette di regolare la sincronizzazione delle due tracce. La regolazione del sync si può perfezionare, usando con il vinile il “tocco” sul disco, nel cd player regolando ii Jog Wheel. La preparazione del CUE del mixaggio avviene principalmente in preascolto, e “brutto” sentire la correzione del Tempo in fase di mixaggio accavallando le ritmiche delle due tracce. Importante è nella fase di preparazione del mix la regolazione volume tramite, il GAIN presente nella barra dei controlli sul canale. Il mixer non ha il controllo GAIN? Si può ovviare posizionando il cursore FADER leggermente abbassato es: invece di 10 a 8 cosi avrete una riserva di guadagno nel caso i dischi siano di volume diverso. Il MONITOR è indispensabile in consolle per avere il giusto riferimento sul mixaggio. La lontananza tra le casse e la postazione dj, provoca un ritardo nel suono dando un riferimento sbagliato nella fase di sincronizzazione tra i dischi.

 

MIXING TRIKS

 

!! Non si deve mai !!

 

- Sovrapporre in mixaggio due parti vocali

- Diminuire o aumentare troppo i BPM/Tempo di due dischi cantati.

- Mixare parti musicali di differente tonalità.

- Diminuire o aumentare troppo il volume dopo il mixaggio.

- Correggere troppo evidentemente il fuori tempo in fase di mix.

 

MIXING TIPS

 

L’apertura o chiusura tra due tracce musicali in fase di mixaggio deve essere effettuata:

In Entrata – IN (apertura) sulla prima misura della frase.

In uscita – Out (chiusura) dopo la quarta misura della frase.

 

FADER/SLIDER IN                                   FADER/SLIDER OUT

Cassa                                                      Stab

Bass line                                                  Snare fill

Intro Synth                                                Reverse FX

Riff musicale                                             Drums fill

Introduzione vocale                                    Finale di una parte di voce

Introduzione piano                                     Finale di una parte di synth





The ABC of DJing

 

RECORD STRUCTURE To Know the music structure of a song it's very important to help you with the mix tecnique. To obtain a syncronized mix that "plays good", get on time on breaks or "rip" straight away after a singsong part, needs a minimun of basic of music theory knowledge. There is nothing worse than to have to listen to mix with voices placed one upon another or broken rythim. Disco music is basically in 4/4. The speaker plays every beat, House, Elektro, Disco...while in others like Hip Hop or Drum & Bass, the speaker plays two beats on four. The arrangements of Disco Records are supported by the typical FILL of drum or by FX, that is used to shut a musical sentence. It is enough just to listen to any record even of a different kind of music style, to realize that some rhythm passages are common in a disco metric structure. They are used to drop the next phrase or to close a musical break. Making the dj's job easier to insert a record to mix or to pass from a piece to another. Your fantasy and ability add to experience will help you to create some passages that will not be too similar or repetitive. Since Djs started to produce music and to take care of mixing in studio, even the most simple written pieces are changed. The real and only break, as it was conceived in the 70s/80s. Only rythmical has been substitute by a more natural interpretation to make a part of a recordless played and arranged, getting out of usual scheme ( for exemple to insert the break to mix in the middle of a song). Today, mainly musical styles like House Music or Techno music gives more space to singsong or played parts, avoiding like happens in most of Dance records to insert or to reduce to its basic elements the musical phrase that identifies the Break as the granted moment to change a disk. Nowadays Djs preferes to create continuos musical situations, succeeding to mix a record with a sound that becomes a unique record, a continuos mood. Naturally, the ability of a Dj shows off not only creating a sound-track of records musically the same but giving more space to certain situation, filling up the dance floor with records and logically interrupting it using musical stops by strumental intro, synth and voices. The break becomes a breakdown



BEATMIXING

 

One of the most important quality of a Dj is considered the ability and the capacity of putting the records on time. Instead, for others is the music selection. Certainly a basic preparation and knowledge of the tecnique will help the gig development. There are no rules for a perfect mix. The base of Djing are tecniques refined during past years. The right ingredients to mix are: the knowledge of the records played. The ability to manage the Dj set instruments: but the main thing is the feeling that you can pass on when you play. The people, the dance floor are measurement of power to involve clubbers with your own sound. The perfect mix is the moment when the dj changes the record, giving people an active interaction. It can be of "wound up" playing on volumes interacting on equilizare controls.Or progressive, creating a continuos mood getting into a mix with emotions, creating an involving and continuos musical wave. Then the Djs ability and the type of music affect the mix as duration, from the typical "At Rip" the cutmix to the beatmatch the syncronization between two records that can last to 4/8/16 measure time.

 

MIXING STEP BY STEP

The basic moment to realize a mix between two different music traces is the preparation of the CUE point or simply as we say, is the research of the "beat". Any kind of music support that has been used from the vinyl cd or audiofile, the research or the launching point of the record is referred to the beat of the music measure time.

 

With vinyl the research of the CUE point is manual, moving the record forward/backward positioning the beat, blocking the record in a start position, while the SLIP MAT works as friction with the turn table. In the cd player the CUE point can be positioned at the beginning of the beat with the AUTO CUE function that positioned automatically the start at the beginning of the trace. Or using the SEARCH that moves the listening trace searching the START position, using PAUSE after and the JOG WEEL to position the exact point of the beat. The next mixing step consist in syncronizing the speed of two records at time, the most simple and fast solution to syncronize two music traces is to use the slider of the pitch control, it can be the PITCH ADJ of the turn table or the TIME of the cd player. Are we noticebly out of beat?

Fastly move the pitch slider either in small steps, if the speed of the two records BMP is nearly the same. This manuality gives you the chance to regulate the syncronization of the two traces. You can perfectionate the sync regulation using the "touch" on the vynile records, with the cd player instead regulating the jog wheel. Mainly the preparation of the CUE during mixing happens while it has been previously listened, it is not nice to hear the correction of the time, while mixing it overlaping the rythimicals of the two traces. During the phase of realization of the mix, very important is the volume control through the GAIN present at the bar control on the channel. Don't you have the gain control on your mixer?

Not to worry, you can positioned the cursor FADER slightly lower ex: from 10 to 8, so you will have some spare gain in case the records could have different volumes.

Essential is the MONITOR at the consolle, which gives you the right reference on the mix. The long distance between speakers and the Dj position can provoke delay in sound, giving a wrong point of reference during the syncronization stage between records.

 

MIXING TRICKS

 

!! DONT EVER DO IT !!

 

- OVERLAPING DURING MIXING TWO VOCAL PARTS.

- TO DECREASE OR TO INCREASE THE BMP/TIME OF TWO SINGSONG RECORDS TOO MUCH

-  TO MIX MUSICAL PARTS WITH A DIFFERENT  TONE.

 

- TO DECREASE OR TO INCREASE THE VOLUME AFTER MIXING TOO MUCH.

 

- CORRECTING THE OUT OF BEAT DURING MIXING TOO OBVIOUSLY.

 

MIXING TIPS

 

The opening or closing of two musical traces during mixing has to be done:

 

IN (opening) on the first mesaure of the phrase.

OUT (closing) after the fourth mesaure of the phrase.

 

FADER/SLIDER IN

 

Speaker

Bass line

Intro Synth

Musical Riff

Vocal Introduction

Piano Introduction

 

FADER/SLIDER OUT

 

Stab

Snare fill

Reverse FX

Drums fill

Final part of a voice

Final part of a synth   



 

TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI. E’ VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE SALVO AUTORIZZAZIONE DI “THE ART OF DJING”.

 
versione stampabile

[ archivio editoriali ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved