Digital Mixing Cd Player
[ 31/10/2007 ]




 DIGITAL CREATIVE MIXING

 

La possibilità di mettere in sequenza una parte di una traccia è una Utilities sempre più usata nel Digital Mixing. Molte volte ci sono delle parti su disco che vorremmo ripetere, per poi “giocare” con FX o EQ. per creare un Breakdown ipnotico. Altre volte si suonano dischi con Break ritmici che vorremo allungare, in altri generi musicali il “punto” di mix non esiste, o se c’è, è troppo breve. Con la funzione LOOP si possono creare degli interessanti RE-EDIT in tempo reale, usando i tasti IN/OUT per ripetere la parte del disco che si sta suonando. Selezionando abilmente un punto di Start/End. Si possono inoltre preparare in fase di “preascolto” più LOOP, 1/2/3/4 (vedi Fig. Loop Section). Esempio: una parte di intro vocale (1) il break di percussioni (2) o groove (3) riff (4) dello stesso disco. Per poi suonarli manualmente con i tasti d’assegnazione, creando cosi una nuova e originale versione del disco, come si stesse usando un DIGITAL SAMPLER. Oppure in modalità CUE POINT,si possono selezionare i quattro punti di CUE e sovrapporli al disco che si sta suonando. Si possono precaricare suoni da cd diversi, anche se il CD non è inserito il SAMPLE rimane memorizzato, per dare origine ad un LIVE REMIX. Selezionando la modalità SAMPLER SEQUENCER si può registrare una sequenza dei BANK fino a 12 diverse combinazioni e poi riprodurle in sequenza sempre nella sezione SAMPLE SEQUENCER con il PLAY. Es: 1/1/2/4/3/3/2/1/4/4/2/2. Con il tasto MODE si può scegliere se riprodurre la sequenza programmata una sola volta, ONE SHOT, se si vuole ripetere la sequenza in ciclo, ripetutamente, scegliere la funzione LOOP.

LA sezione FX SELECT (2)include alcuni tra i più apprezzati effetti da usare live, FILTER, ECHO, PAN, PHASE; FLANGER, TRANS… con la possibilità di controllarne il sync con il disco che si sta suonando o in maniera automatica tramite il SYNC BPM o con il controllo manuale TIME/RATIO. ES: inserendo l’effetto ECHO nel disco che si sta suonando si crea un effetto DUB, tecnica chesi realizza nel Djing, “sfasando” due copie dello stesso disco di 1/2/4 battute o misure. I Più usati FILTER/PHASE sono utilizzati per creare i BREACKDOWN su parti strumentali lunghe o in fase di mixaggio, per coprire il tipico FLANGER di due “casse” in sync, o il fuori battuta tra due dischi in fase di mixaggio. La funzione FADER START permette di eseguire tecniche veloci di CUTTING/GRAB/INSERT aprendo il CROSSFADER del mixer (se provvisto di questa funzione) si inserisce il punto selezionato del CUE della traccia del cd.

A questo punto l’unico limite è la fantasia, buon CD MIXING.

 

(Tutorial realizzato con il Cd Player Stanton C304)


(Tutorial  Video realizzato con il Cd Player Stanton C314)


versione stampabile

[ archivio editoriali ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved